Miopia

La miopia è un’ametropia o un’anomalia refrattiva, a causa della quale i raggi luminosi provenienti da un oggetto distante non si focalizzano correttamente sulla retina, ma invece davanti ad essa.
La conseguenza è che gli oggetti osservati tendono ad apparire sfocati e la visione migliora con la riduzione della distanza a cui si guarda

sano_miopia[1]

“Miopia” deriva da una parola greca che significa “occhio socchiuso”, in quanto il soggetto miope tende a strizzare gli occhi nel tentativo di mettere a fuoco le immagini sulla retina.

Le cause

miopNumerose ne sono le cause. Sicuramente sono molto rilevanti i fattori ambientali, i fattori ereditari e quelli costituzionali.
Infatti questo difetto visivo si rileva spesso e con caratteristiche analoghe tra i componenti di una stessa famiglia.

Negli ultimi anni è stato ipotizzato un nesso fra il prolungato lavoro al videoterminale e l’aumento della miopia nell’età adulta.
Dal punto di vista anatomico le cause principali della miopia possono essere:normi

1) una eccessiva lunghezza del bulbo oculare (miopia assiale, la più comune);
2) una eccessiva curvatura della cornea o del cristallino;
3) un accresciuto potere refrattivo del cristallino.

Tipi di miopia

In Italia circa il 25% della popolazione è affetto da miopia. Questo difetto di refrazione di norma insorge in età scolare e, poiché è dovuto alla dimensione del bulbo, tende ad aumentare durante la crescita.
In base al numero di diottrie la miopia viene considerata:

  • lieve (fino a 4 diottrie)
  • media (fino a 9 diottrie)
  • elevata (oltre le 9 diottrie)

In una percentuale fortunatamente limitata di casi questo difetto visivo si presenta nella forma di miopia degenerativa, che insorge intorno ai 2-3 anni di età e si aggrava durante la crescita. In seguito ad un processo di degenerazione della retina i valori del visus possono anche raggiungere -30 diottrie.

Correzione

lentidito[1]La miopia in genere viene corretta mediante l’uso di lenti concave negative, che riportano il punto di fuoco sulla retina. Le lenti possono essere a contatto oppure montate su occhiali. La correzione della miopia può essere effettuata anche con tecniche chirurgiche (solitamente tramite laser) che modificano la curvatura della cornea, diminuendone il potere di refrazione e compensando la miopia (per saperne di più click qui).
Si possono altresì impiantare chirurgicamente delle lenti fachiche (lenti intraoculari correttive, che prevedano il mantenimento del cristallino naturale) oppure, nel caso di intervento di cataratta, sostituire il cristallino naturale con una lente intraoculare (IOL) graduata.